Sabato, 01 Aprile 2017 07:38

I Nervi e i Muscoli del Plesso Lombosacrale

Scritto da
Rate this item
(6 votes)

Il plesso lombosacrale è costituito dai rami anteriori dei nervi spinali formati dalle 5 radici lombari e dalle 4 radici sacrali. Si distingue una divisione ventrale e una divisione dorsale. 

  • Divisione ventrale del plesso lombosacrale: da essa originano i nervi ileoinguinale, ileoipogastrico, genitofemorale, otturatore e la porzione tibiale del nervo sciatico. E' deputata all'innervazione dei muscoli flessori.
  • Divisione dorsale del plesso lombosacrale: da essa originano i nervi femoro-cutaneo laterale, femorale, glutei e la porzione peroneale del nervo sciatico. E' deputata all'innervazione dei muscoli estensori.

Giace anteriormente­ ai processi trasversi delle vertebre lombare, affondato nella parte posteriore del muscolo grande psoas.

 

In questo articolo, vediamo nel dettaglio i nervi appartenenti al plesso lombosacrale e i muscoli da essi innervati col dettaglio anatomico e la loro funzione. 

 Plesso lombare

NERVO FEMORALE

(divisione posteriore del plesso lombare) L1, L2, L3, L4

(divisione posteriore del plesso lombare, rami anteriori dei primi 3 nervi lombari)

  • Muscolo Ileopsoas

nervo femorale L1, L2, L3

  • origine: corpo e processi trasversi della 12° vertebra dorsale e di tutte le vertebre lombari. Iliaco: 2/3 superiori della fossa iliaca, cresta iliaca, legamento ileolombare e sacroiliaco, ala del sacro
  • inserzione: piccolo trocantere femorale (dopo la fusione dei due capi)
  • f.: flessione dell'anca contro resistenza. Con anca e ginocchio in flessione si chiede di flettere contro resistenza
  • Muscolo quadricipite femorale

Nervo femorale L2, L3, L4

  • origine: 4 capi
    • retto femorale: spina iliaca antero-inferiore
    • vasto laterale: grande trocantere e linea aspra
    • vasto intermedio: regione antero-laterale della diafisi femorale
    • vasto mediale: collo del femore e parte mediale della linea aspra
  • inserzione: superficie prossimale della rotula e, mediante il tendine rotuleo, tuberosità della tibia
  • f.: estensione della coscia contro resistenza. L'arto inferiore è flesso all'anca e al ginocchio.

 nervo femorale

NERVO OTTURATORIO

(divisione anteriore del plesso lombare) L2, L3, L4

  • Muscoli Adduttori = pettineo, grande adduttore, gracile, adduttore breve, adduttore lungo.

N.B. Il muscolo PETTINEO è innervato in parte anche dal nervo FEMORALE! Il muscolo GRANDE ADDUTTORE è innervato in parte anche dal nervo SCIATICO!

  • origine: pube, tuberosità ischiatica e branca ischio-pubica
  • inserzione: linea pettinea e linea aspra del femore fino al tubercolo adduttore del condilo mediale
  • f.: adduzione dell'arto contro resistenza.

 

NERVO GLUTEO SUPERIORE

(plesso sacrale) L4, L5, S1

  • Muscoli medio e piccolo gluteo

(nervo gluteo superiore, plesso sacrale L4, L5, S1)

  • origine: superficie esterna dell'ileo
  • inserzione: grande trocantere
  • f.: rotazione interna della coscia contro resistenza (paziente supino con arto flesso al ginocchio e all'anca)
  • Muscolo tensore della fascia lata
    • origine: porzione anteriore della cresta iliaca
    • fascia lata (ileo-tibiale)
    • f.: abduzione dell'arto contro resistenza (paziente supino con ginocchio esteso)

 

NERVO GLUTEO INFERIORE

(plesso sacrale) L5, S1, S2

  • Muscolo grande gluteo

(nervo gluteo inferiore, plesso sacrale, L5, S1, S2)

  • origine: linea glutea posteriore dell'ileo + superficie postero-superiore dell'ileo, del sacro e del coccige + legamento sacro-tuberoso.
  • inserzione: fascia lata e tuberosità glutea del femore
  • f.: estensione dell'arto all'anca, contro resistenza. Con paziente supino e gamba estesa al ginocchio, si flette l'arto mettendo una mano dietro la caviglia e si chiede di estendere. Oppure, a paziente prono si chiede di estendere vs resistenza.

 

NERVO SCIATICO

(divisione anteriore del plesso sacrale) L5, S1, S2

Il nervo ischiatico = sciatico esce dalla cavità della piccola pelvi e percorre la coscia posteriormente fino a biforcarsi, in genere nella regione della coscia compresa tra la metà e l'apice del cavo popliteo. In una minoranza ristretta di soggetti la biforcazione avviene a livello intrapelvico. I rami terminali sono: SPI = nervo Tibiale = sciatico popliteo interno e SPE = nervo peroneo comune = sciatico popliteo esterno.

  • Muscoli flessori della gamba = HAMSTRING = Semitendinoso, Semimembranoso e Bicipite femorale
    • origine:
      • tuberosità ischiatica (semitendinoso, capo lungo del bicipite e semimembranoso)
      • linea aspra (capo breve del bicipite)
    • inserzione:
      • condilo tibiale mediale (semitendinoso)
      • condilo tibiale mediale e condilo femorale mediale (semimembranoso)
      • apofisi stiloide del perone (bicipite)
    • f.:
      • con paziente supino e arto flesso all'anca e al ginocchio, chiedere di flettere ulteriormente la gamba al ginocchio contro resistenza.
      • con paziente prono di chiede di flettere la gamba. Si possono vedere e palpare il tendine del bicipite lateralmente e il tendine del semitendinoso medialmente.

 

NERVO TIBIALE = NERVO SCIATICO POPLITEO INTERNO (SPI)

(dal nervo sciatico, divisione ventrale del plesso sacrale) L4, L5, S1, S2, S3.

Il nervo tibiale è un nervo misto dell'arto inferiore. E' la maggiore struttura nervosa del compartimento posteriore della gamba. E' il più grande dei due rami di divisione terminale del nervo sciatico = ischiatico (l'altro è il nervo peroneo comune = sciatico popliteo esterno (SPE).

  • Muscolo gastrocnemio (gemelli): S1, S2
    • origine: condilo mediale e laterale del femore, superficie posteriore del femore, capsula articolare del ginocchio
    • inserzione: calcagno mediante il tendine d'achille
    • f.: flessione plantare del piede contro resistenza (paziente supino a gamba estesa)
  • Muscolo soleo: S1, S2

*gastrocnemio + soleo = tricipite della sura

il soleo si trova profondamente al gastrocnemio

  • origine: bordo mediale del terzo prossimale della tibia, testa e terzo prossimale della faccia posteriore del perone e dell'arcata del soleo
  • inserzione: calcagno mediante il tendine d'achille
  • f.: flessione plantare contro resistenza
  • Muscolo tibiale posteriore: L4, S1

si trova profondamente al soleo

  • origine: linea obliqua della tibia, membrana interossea e faccia interna del perone (posteriormente)
  • inserzione: il tendine passa posteriormente al malleolo mediale -> tubercolo dello scafoide, cuneiformi, cuboide, base del II, III e IV metatarso.
  • f.: inversione del piede vs resistenza
  • Muscoli flessori lunghi delle dita: L5, S1, S2
    • origine: terzo medio posteriore della tibia
    • inserzione: base delle falangi distali del 1, 2, 3, 4 e 5 dito. Il tendine passa nella doccia calcaneale
    • f.: flessione delle dita vs resistenza

 

NERVI PLANTARI MEDIALE E LATERALE

(dal nervo tibiale) S1, S2

  • origine: calcagno
  • inserzione: metatarsi e falangi coi tendini flessori delle dita, quadrato della pianta e lombricali
  • f.: flessione a coppa della pianta del piede.

 

NERVO PERONEO COMUNE = SCIATICO POPLITEO ESTERNO (SPE)

L4, L5, S1

E' un ramo di divisione terminale del  nervo sciatico = ischiatico, assieme al nervo tibiale (= sciatico popliteo interno).

Dopo la sua origine a livello del cavo popliteo, decorre in basso e lateralmente. Nel suo decorso emette rami per il muscolo tibiale anteriore e per il nervo cutaneo laterale del polpaccio, poi circonda il collo chirurgico del perone dove si divide nei suoi rami terminali che sono: il nervo peroniero profondo (che è il ramo mediale) e il nervo peroniero superficiale (che è il ramo laterale)

  • Muscolo tibiale anteriore
    • origine: condilo laterale, tubercolo tibiale, aponeurosi tibiale e setto intermuscolare laterale
    • inserzione: base del primo metatarso e osso cuneiforme
    • f.: estensione (=dorsiflessione) del piede vs resistenza.

 

NERVO PERONEO PROFONDO

L5, S1

*il peroneo profondo dà innervazione sensitiva a una piccola area tra primo e secondo dito del piede

  • Muscolo estensore lungo delle dita L5, S1
    • origine: condilo tibiale laterale, due terzi prossimali della faccia mediale del perone e dalla membrana interossea
    • inserzione: seconda e terza falange del 2, 3, 4 e 5 dito
    • f.: estensione (=dorsiflessione) delle dita vs resistenza
  • Muscolo estensore lungo dell'alluce L5, S1
    • origine: terzo medio del perone
    • inserzione: base della falange distale dell'alluce
    • f.: estensione della falange distale dell'alluce vs resistenza
  • Muscolo estensore breve delle dita = pedidio L5, S1
    • origine: faccia superiore e laterale del calcagno
    • inserzione: con 4 tendini la base della falange prossimale dell'alluce e i tendini dell'estensore lungo del 2, 3 e 4 dito
    • f.: estensione delle falangi prossimali delle dita vs resistenza

 

NERVO PERONEO SUPERFICIALE

L5, S1

  • Muscoli peronei lungo e breve
    • origine:
      • lungo: condilo laterale della tibia, testa e terzo prossimale e medio del perone
      • breve: 2/3 distali della faccia laterale del perone
    • inserzione:
      • lungo: base del 1° metatarso e cuneiforme
      • breve: tunerosità della base del 5° metatarso
    • f.: eversione e flessione plantare del piede contro resistenza

 

 

Read 521 times Last modified on Mercoledì, 31 Maggio 2017 15:23
Dr.ssa Russo Giovanna

Laureata con Lode in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Bologna, specializzanda in Medicina Fisica e Riabilitativa presso l'Università degli Studi di Milano. 

 

Related items

Lascia un commento

Usa questo form per raccontarci la tua esperienza, suggerire degli argomenti da approfondire o fare delle domande inerenti all'articolo. * campo obbligatorio

MedicinaFisica.it è un portale medico divulgativo dedicato alla Salute. Raccoglie articoli di approfondimento sulle principali patologie di interesse Fisiatrico e nell'ambito della Neurologia e dell'Ortopedia e Traumatologia.

Contatti

  •    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Social